Colite ulcerosa: nei probiotici la possibilità di intervenire all’origine

Nella patogenesi delle malattie infiammatorie croniche intestinali (IBD) sempre più studi evidenziano il ruolo giocato dal microbiota enterico. Proprio per questo motivo sono in sviluppo trattamenti basati su probiotici che mirano a correggere la disbiosi. Una di queste è la Seres Therapeutics. Come ci racconta il suo Chief Scientific Officer David Cook, quest’azienda sta sviluppando diversi farmaci probiotici con lo scopo di indurre una remissione della colite ulcerosa. I risultati sono molto promettenti e tracciano una nuova strada per il trattamento della patologia. Infatti, se i farmaci attualmente esistenti lavorano “a valle” o su cellule T o su effettori immuni e citochine, che sono però presenti solo quando è già in corso uno stato infiammatorio, i nuovi probiotici intervengono “a monte”, colpendo l’origine dell’infiammazione. Potenzialmente, il microbioma sarebbe quindi un nuovo metodo, sicuro ed efficace per trattare tutti i tipi di colite.