Probiotici inefficaci nelle gastroenteriti infantili? Il video commento di Antonio Gasbarrini

20 Marzo 2019

Pochi mesi fa sul New England Journal of Medicine è comparso per la prima volta un articolo sul possibile effetto dei probiotici in pediatria. In particolare, sono stati somministrati alcuni ceppi batterici in modo randomizzato controllato vs placebo a bambini con gastrointerite infettiva.

Il trial ha avuto risultati negativi: quella combinazione di probiotici a quel dosaggio non è stata in grado di ridurre gli effetti della patologia.

Tuttavia, più che sui risultati, è importante soffermarsi su un fatto evidente: la più antica rivista di medicina al mondo sta aprendo al concetto che la modulazione del microbiota intestinale possa avere un ruolo nel prevenire e/o curare le patologie, indicando una delle strade da seguire nel prossimo futuro.

In questo contesto, come ci spiega Antonio Gasbarrini, direttore del CEMAD presso il Policlinico Gemelli di Roma, la vera sfida per i ricercatori è trovare quelle combinazioni di probiotici, mono o multi strain, a dosaggi differenti, in grado di dare un contributo a tutte le patologie legate una disbiosi intestinale.

Ricevi gli ultimi aggiornamenti su microbiota e probiotici

Articoli consigliati

Start typing and press Enter to search

Ricercatori USA scoprono nuova forma di comunicazione tra batteri e pareti intestinaliIBD: dieta ipocalorica potrebbe ridurre l’infiammazione modificando il microbiota intestinale