Uno studio condotto presso l’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano sta valutando l’impatto della restrizione calorica sull’immunità sistemica e intratumorale in pazienti con carcinoma mammario o melanoma in stadio iniziale. In particolare, i ricercatori sono interessati agli aspetti che riguardano il microbiota.

Come ci spiega Claudio Vernieri, oncologo presso l’Istituto Nazionale dei Tumori: «la dieta può alterare il microbiota e questi cambiamenti si associano potenzialmente a variazioni dell’immunità. Dunque il triangolo tra dieta, immunità e microbiota ci sembrava la cosa più logica da esplorare. La speranza è che la restrizione calorica, come esperimenti preclinici suggeriscono, possa associarsi anche nel paziente oncologico a un effetto di immunomodulazione sia a livello del sangue periferico, sia del tumore. Inoltre ci auguriamo che le variazioni del microbiota siano consistenti con l’effetto di immunoregolazione.»

Ecco l’intervista a Claudio Vernieri realizzata durante il MIBIOC di Milano, il primo congresso internazionale sul rapporto tra microbiota e cancro.