I “next generation probiotics” sono probiotici non ancora disponibili sul mercato, costituiti dai microrganismi del cosiddetto “microbiota core“, la parte di microbiota fondamentale alla vita.

Nonostante la ricerca stia facendo grandi passi avanti su questo terreno, permangono diversi quesiti. Quali specie batteriche potrebbero essere incluse tra i next generation probiotics? Con quali indicazioni d’uso? Come ottenerli? Cosa accadrà ai probiotici attuali?

Sull’argomento abbiamo raccolto il parere di Antonio Gasbarrini, direttore del CEMAD al Policlinico Gemelli di Roma.