Il 2018 è stato un anno fondamentale per il settore dei probiotici. Da un lato, la ricerca scientifica ha ulteriormente approfondito la correlazione tra microbioma, meccanismi batterici e stato di salute dell’organismo umano. Dall’altro, sono cresciuti i numeri per quanto riguarda gli investimenti del settore farmaceutico nel campo dei probiotici. Ne è un esempio l’acquisizione di Rebiotix da parte di Ferring.

Questo 2019 si prospetta altrettanto importante: molte aziende, infatti, stanno iniziando a ottenere i risultati dei propri trial clinici di fase II e III e si respira in generale un’aria di ottimismo per il settore, nonostante la mancanza di uno specifico orientamento normativo per lo sviluppo di nuovi prodotti, di cui abbiamo già parlato recentemente. E in questo senso è importante anche il ruolo delle imprese di venture capital. Seventure Partners, ad esempio, forte di quasi un decennio di investimenti nel mondo delle startup sul microbioma, fornisce il proprio supporto per superare questi ostacoli normativi.

Ce ne parla Denise Kelly, professoressa emerita dell’Università di Aberdeen e venture partner di Seventure.