Covid: vaccino orale da probiotico ingegnerizzato. È il “sogno” di DreamTec

La biotech ha geneticamente modificato un ceppo di Bacillus subtilis per fargli esprimere la proteina Spike di Sars-CoV-2.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email

I vaccini in genere richiedono anni di ricerca e test prima di poter essere immessi sul mercato, ma uno dei pochi, pochissimi, vantaggi del periodo pandemico è stato quello di aver reso possibile lo sviluppo e la produzione di vaccini a tempi da record.

Al momento, in tutto il mondo, i ricercatori stanno testando 114 vaccini in studi clinici sull’uomo e 47 hanno raggiunto le fasi finali del test.

Una delle sfide attualmente più impegnative per migliorare le opzioni attuali è quella di sviluppare un vaccino orale contro il Covid-19. E DreamTec, una biotech con sede a Hong Kong, sta cercando di soddisfare tale richiesta.

DreamTec Research Limited è una biotecnologica che ha sviluppato una capsula che può contenere almeno un miliardo di spore di Bacillus subtilis, un probiotico che può essere ingegnerizzato per esprimere il dominio di legame del recettore del virus SARS-CoV-2.

Precedenti esperimenti hanno dimostrato che il batterio Gram-positivo Bacillus subtilis, geneticamente modificato, può esprimere e presentare il dominio di legame del recettore della proteina spike del SARS-COV2 sul suo mantello di spore, rilasciarlo nell’intestino tenue e stimolare con successo il sistema immunitario.

Se l’azienda riuscisse a trasformare il suo progetto in realtà, un vaccino orale contro il Covid-19 a base di batteri porterebbe numerosi vantaggi, tra cui il basso costo, una maggiore sicurezza e una via di somministrazione più semplice. Per non parlare del fatto che sarebbe stabile a temperatura ambiente e potrebbe essere conservato fino a sei mesi.

Così commenta il dottor Keith Kwong, direttore esecutivo di DreamTec, afferma: «Ci siamo proposti di realizzare un vaccino orale contro il COVID-19 in modo che potesse essere sicuro, efficace e facile da somministrare».

L’azienda ha già condotto uno studio pilota su volontari sani con il Bacillus subtilis di nuova concezione, che riporta sulla superficie le proteine ​​del nucleo e la spike.

Nello stesso studio, ad altri volontari è stato somministrato il vaccino DreamTec come richiamo. Il risultato è stato che questi volontari hanno mostrato un aumento dei livelli di anticorpi neutralizzanti COVID-19.

Le ulteriori e possibili applicazioni delle spore di Bacillus subtilis includono la sintesi di enzimi e antigeni, la biologia sintetica, la somministrazione di farmaci. Secondo la biatech sarà presto avviato uno studio di Fase I per valutare l’efficacia e la sicurezza del vaccino anti COVID-19.

Ricevi gli aggiornamenti sul mercato del microbiota