Probiotici: aumentano le vendite nel canale farmacia

Seguono il trend del comparto integratori, con crescita a doppia cifra per l’e-commerce.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Nell’ultimo trimestre 2021 sono risalite le vendite dei probiotici in farmacia. Come attestano i rilievi di New Line Ricerche di Mercato, per conto di Integratori Italia, riguardanti circa 10.000 farmacie, la fine del 2021 conferma i segnali positivi fatti registrare dal mercato dei probiotici nella parte finale dell’anno appena trascorso. 

Per quanto restino ancora pesantemente influenzati dalla pandemia e per questo difficilmente confrontabili con l’epoca pre-pandemica, i dati di vendita dei probiotici negli ultimi 12 mesi fanno infatti registrare un aumento del 4% rispetto allo stesso periodo del 2020, seguendo lo stesso trend seguito dal comparto complessivo degli integratori, per il quale la crescita su base annua è del 5%.

Rispetto invece ai dati dello stesso periodo del 2019, l’andamento annuale resta ancora insoddisfacente (–6%). 

Probiotici: l’aumento a volumi e a valori

A ribadire un finale d’anno in netta crescita, nell’ultimo mese del 2021 le vendite di probiotici hanno comunque segnato un incremento del 24% a valori rispetto allo stesso periodo del 2020, mentre per numero di confezioni vendute l’incremento è stato del 22%, anche se si resta ancora al di sotto dei dati dell’ultimo mese del 2019 (–6%). 

Anche in questo caso bisogna comunque tenere conto degli effetti della pandemia e delle abitudini acquisite in questi ultimi due anni, che per questo genere di prodotti stanno privilegiando in modo sempre di più evidente i canali d’acquisto online, che stanno facendo registrare aumenti costanti a doppia cifra.

Ricevi gli aggiornamenti sul mercato del microbiota