Bayer, la famiglia Supradyn si allarga: nasce un nuovo integratore probiotico

Si chiama Supradyn Difese 50+ ed è pensato per aumentare le difese immunitarie negli over 50
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email

«Il microbiota intestinale riveste un ruolo centrale nel buon funzionamento del nostro sistema immunitario. È dunque fondamentale prendercene cura e mantenerlo in equilibrio. I probiotici possono essere degli alleati preziosissimi per l’intestino e per la regolazione del sistema immunitario». Inizia con queste parole la presentazione di Lorenzo Morelli, Microbiologo e docente presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, durante l’evento di lancio di Supradyn Difese 50+, un nuovo integratore alimentare specificatamente formulato per supportare il sistema immunitario dai 50 anni in su.

Bifidobacterium lactis HN019, zinco e vitamine

Supradyn Difese 50+ va a completare la gamma di integratori alimentari Supradyn Difese, già comprendente le varianti Junior e Adulti.

Si tratta di un integratore ad alto dosaggio di vitamina B12, zinco, niacina e Bifidobacterium lactis HN019, nel pratico tappo dosatore. Uno scudo protettivo che darà la possibilità di scoprire che qualunque età è meravigliosa, quando ci si difende bene.

Lo zinco e la vitamina B12 supportano il sistema immunitario; quest’ultima, inoltre, insieme alla niacina, riduce il senso di stanchezza e affaticamento; i 5 miliardi di Bifidobacterium lactis HN019 contribuiscono al benessere della micro-flora intestinale.

Sistema immunitario e terza età

Secondo i dati ISTAT (gennaio 2021), il 46% della popolazione italiana ha superato i 50 anni di età. Un passaggio che sempre più persone definiscono come l’entrata nella golden age dell’essere umano. In un mondo in continua evoluzione, anche concetti e preconcetti progrediscono e si modellano sulla base delle nuove realtà.

È costantemente in crescita, infatti, il numero di individui over 50 che ha smesso di dar peso all’età anagrafica e ha cominciato a guardare a sé stesso con una nuova consapevolezza – attribuendo la giusta importanza alle esperienze e ai traguardi raggiunti – e a riconoscere l’avanzare dell’età come un continuo punto di partenza, come il principio di una ritrovata libertà che si rinnova e cresce col passare degli anni.

Ma a partire dai 50 anni circa, il corpo comincia a subire delle variazioni che gradualmente contribuiscono a compromettere il funzionamento ottimale del sistema immunitario.

«I fattori che concorrono a questo indebolimento sono molteplici: vi sono fattori esterni, come la dieta, i cambiamenti a livello gastrointestinale e l’utilizzo di terapie croniche, che possono ridurre la capacità di assimilare alcuni micronutrienti importantissimi in questa età come la vitamina B12; vi sono poi fattori interni, tra cui l’aumento dei fattori pro-infiammatori e dello stress ossidativo, i cambiamenti nelle cellule immunitarie e l’alterazione del microbiota intestinale” – ha commentato Michela Barichella, medico dietologo e docente all’Università degli Studi di Milano.

Secondo una recente ricerca Ipsos, il 48% degli italiani over 50 supporta il proprio sistema immunitario tramite l’assunzione di integratori alimentari.

Registrati e ricevi gli aggiornamenti sul mercato del microbiota