Editing genetico sui batteri: SNIPR BIOME brevetta 4 nuove applicazioni di CRISPR/Cas

La biotech danese è pioniera nelle tecnologie CRISPR/Cas applicate al microbiota umano.

SNIPR BIOME, la biotech danese che per prima ha iniziato ad applicare la tecnologia CRISPR/Cas al microbioma umano, ha annunciato che l’ufficio brevetti e marchi degli Stati Uniti ha concesso quattro nuovi brevetti che coprono l’applicazione della tecnologia CRISPR/Cas per il trattamento delle infezioni e non solo.

L’approccio consentirà lo studio e lo sviluppo di nuovi antibiotici altamente selettivi e che potranno superare la resistenza agli antibiotici convenzionali. L’azienda sta applicando la propria piattaforma tecnologica CRISPR per rispondere a bisogni medici attualmente insoddisfatti nei confronti di malattie infettive, tumori e disturbi infiammatori.

Pe farlo può contare sul finanziamento da 50 milioni di dollari ottenuto nel 2019 per sviluppare ulteriormente la tecnologia e far avanzare i prodotti altamente innovativi a livello di clinica.

I brevetti rafforzano quindi la crescente proprietà brevettuale di SNIP BIOME per l’applicazione di Cas3, Cas9 e altri sistemi Cas in vari ambiti della medicina.

I brevetti US10, 524.477 e US 10.463.049, il cui titolo è Alterazione delle popolazioni microbiche e modifica del microbiota, proteggono l’innovazione del taglio multiplex, mentre il brevetto US 10.506.812 fornisce una protezione esclusiva per l’uso di Cas3 per trattare qualsiasi infezione. Un ulteriore brevetto, US 10.363.308, protegge gli approcci volti a modificare il microbioma dei pazienti con l’obiettivo di migliorare l’efficacia dell’immunoterapia. I brevetti concessi comprendono infatti un metodo sviluppato per modulare l’efficacia degli inibitori del checkpoint immunitario PD-1 / PD-L1 e di altre immunoterapie.

Christian Grøndahl, cofondatore e CEO di SNIPR BIOME ha commentato: «Sono entusiasta che siano stati concessi altri 4 brevetti statunitensi portando il nostro totale a 8 brevetti. In questo modo SNIPR BIOME è in prima linea nella rivoluzione del CRISPR e del microbioma. Usando la nostra piattaforma CRISPR di livello avanzato, stiamo sviluppando terapie volte a debellare selettivamente i batteri e modulare il microbioma. Non vediamo l’ora di far progredire i nostri farmaci innovativi e sviluppare partnership per trasformare concretamente la vita dei pazienti».

PUÒ INTERESSARTI

X