Finanziamento UE da 2 milioni di dollari per la biotech MyBiotics

L’iniezione di liquidità servirà a sostenere lo sviluppo di probiotici di prossima generazione, i cosiddetti Next Generation Probiotics.

La biotech MyBiotics Pharma Ltd ha annunciato di aver ricevuto 2,0 milioni di euro dall’Unione Europea come parte del programma Horizon 2020. La sovvenzione sosterrà lo sviluppo di una nuova tecnologia che consente il delivery di probiotici personalizzati per prevenire patologie intestinali e ripristinare il microbiota intestinale danneggiato. Al momento non ci sono ulteriori dettagli sui prodotti in sviluppo.

MyBiotics sta lavorando su mix multi-ceppo di batteri umani con l’obiettivo di commercializzare next generation probiotics.

«La tecnologia di MyBiotics consente la trasformazione di batteri benefici in prodotti clinicamente efficienti. Si basa sulla combinazione di diversi ceppi e ha il potenziale per migliorare notevolmente le soluzioni probiotiche esistenti» ha affermato David Daboush, CEO di MyBiotics Pharma. «Il finanziamento Horizon 2020 è una conferma significativa e un forte voto di fiducia in MyBiotics e sosterrà il nostro sviluppo di probiotici di nuova generazione» ha aggiunto Daboush.

MyBiotics ha sviluppato tecnologie innovative di coltura, fermentazione e rilascio volte a creare comunità batteriche altamente stabili e diversificate che possano essere erogate in modo efficace all’intestino.

Tecnologie che possono essere utilizzate per singoli probiotici, consorzi microbici complessi e interi pool di batteri e sono integrate con una piattaforma di intelligenza artificiale computazionale che consente la progettazione di consorzi microbici unici e interi profili batterici.

Sono molto potenti e adatte a pazienti con condizioni mediche correlate al microbioma o a coloro che assumono antibiotici.

Studi preclinici hanno dimostrato che i prodotti di MyBiotics offrono una maggiore durata in varie condizioni gastrointestinali, consentono il rilascio mirato in diverse porzioni del tratto gastrointestinale e mostrano una forte colonizzazione nell’intestino.

PUÒ INTERESSARTI

X