Le soluzioni ProDigest per la ricerca sul microbiota intestinale

La tecnologia di ProDigest permette di ricreare artificialmente il tratto gastrointestinale e studiarne il microbiota. Abbiamo incontrato Massimo Marzorati, CEO di ProDigest, durante Microbiome Movement Drug Development Europe 2020.

ProDigest è un’azienda spin-off dell’Università di Gand che usa una particolare tecnologia chiamata SHIME® (Simulator of the Human Intestinal Microbial Ecosystem). Si tratta di un sistema computerizzato che permette di ricreare la fisiologia e la microbiologia di tutto il tratto gastrointestinale attraverso uno stomaco, un intestino tenue e diverse aree del colon artificiali. Inoltre, simula la fisiologia dell’apparato gastrointestinale personalizzando variabili quali l’età o le condizioni di salute ed è disponibile anche nel settore veterinario.

La piattaforma valuta il meccanismo di azione di diversi componenti attivi quali prebiotici, probiotici o farmaci nelle aree gastrointestinali che non sono facilmente accessibili, generando dati complementari al lavoro in vivo e utili a creare dossier per le approvazioni da parte di EFSA, FDA o EMA.

Abbiamo incontrato Massimo Marzorati, CEO di ProDigest, durante la quarta edizione di Microbiome Movement Drug Development Europe tenutasi a Londra.

PUÒ INTERESSARTI

X