Colonizzazione intestinale dei probiotici: perché l’engraftment è importante

Lacticaseibacillus paracasei Shirota ha dimostrato di raggiungere vivo e vitale l'intestino, con una buona sicurezza e tolleranza anche in soggetti fragili.
CONDIVIDI →

Colonizzazione intestinale dei probiotici: perché l’engraftment è importante

CONDIVIDI →

I probiotici, come i batteri lattici e i bifidobatteri, sono disponibili in diverse forme: pastiglie, polveri da sciogliere, latte fermentato, e perfino cioccolato e biscotti.

Questi microrganismi offrono un’ampia gamma di benefici per l’ospite, inclusi il miglioramento dei sintomi gastrointestinali, il sostegno contro le infezioni, la prevenzione di tumori, il controllo immunitario e l’alleviamento dei sintomi legati allo stress.

La capacità di molti ceppi probiotici di raggiungere l’intestino in uno stato vitale è stata confermata da studi che hanno analizzato i campioni fecali. Nonostante ciò, il loro comportamento post-ingestione richiede ulteriori ricerche.

Si ritiene che i benefici principali derivino dalla loro capacità di ristabilire la permeabilità intestinale, riequilibrare il microbiota locale e prevenire la traslocazione batterica. Tra i probiotici più comuni ci sono i lattobacilli, lattococci, bifidobatteri e saccaromiceti (lieviti).

La colonizzazione intestinale

È tutt’ora in corso un dibattito scientifico sull’importanza della colonizzazione intestinale (engraftment) da parte dei probiotici e l’integrazione nel microbiota esistente.

Secondo alcuni ricercatori, questo processo è fondamentale per garantire che i probiotici possano esercitare i loro effetti benefici a lungo termine. Un engraftment efficace consentirebbe ai probiotici di interagire con la flora intestinale locale, influenzando positivamente l’ambiente intestinale.

Secondo altri, per poter determinare un effetto clinico, anche duraturo nel tempo, non è necessario che il probiotico si stabilisca in modo permanente nell’intestino.

Il caso Lacticaseibacillus paracasei Shirota (LcS)

Uno dei ceppi più utilizzati, anche in pediatria, è il Lacticaseibacillus paracasei Shirota (LcS). Studi hanno mostrato che dopo l’ingestione, LcS predomina nella flora intestinale (ileo) per alcune ore, diminuendo la presenza di altri batteri commensali.

La sopravvivenza di LcS lungo il tratto intestinale non è scontata, data l’esposizione a ambienti acidi e alcalini. Tuttavia, è stato osservato che circa il 10% di LcS rimane vitale e attivo dopo il passaggio nel tratto intestinale.

Impatto di LcS sul microbiota del bambino

Le ricerche si sono estese anche ai bambini, considerando le differenze nelle dinamiche batteriche rispetto agli adulti.

Studi hanno dimostrato che la somministrazione di latte fermentato contenente LcS ha indotto nei bambini a un aumento significativo di Bifidobacterium e Lactobacillus, con una riduzione di altri batteri e un abbassamento del pH fecale. Questi cambiamenti sono però transitori, suggerendo un effetto di equilibrio temporaneo sul microbiota.

Sicurezza di LcS

Diverse ricerche su sicurezza e tollerabilità di LcS sono stati condotti anche su popolazioni vulnerabili, come i bambini in condizioni critiche.

Questi studi hanno rilevato che l’assunzione di LcS non causa effetti avversi né resistenza antibiotica, supportando il suo utilizzo anche in contesti pediatrici delicati.

Ricerche recenti hanno anche esplorato l’uso di Lacticaseibacillus paracasei Shirota (LcS) in pazienti con malattie epatiche. I risultati indicano che può ridurre efficacemente il danno epatico e intestinale, modificando la composizione del microbiota e i livelli di alcuni metaboliti. Questi risultati aprono nuove prospettive per l’uso di LcS in pazienti con problemi epatici.

Conclusioni

Lacticaseibacillus paracasei Shirota ha dimostrato di raggiungere vivo e vitale l’intestino, con una buona sicurezza e tolleranza anche in soggetti fragili. Questo ceppo probiotico apporta diversi benefici senza perturbare in modo permanente l’equilibrio del microbiota intestinale.

Contenuto realizzato con il contributo incondizionato di YAKULT

References

•    Hu X, Huang Z, Zhang Y, Hong Y, Zheng Y. Effects of a probiotic drink containing Lactobacillus casei strain Shirota on dental plaque microbiota. J Int Med Res. 2019 Jul;47(7):3190-3202. doi: 10.1177/0300060519853655

•    Kato-Kataoka A, Nishida K, Takada M, Kawai M, Kikuchi-Hayakawa H, Suda K, Ishikawa H, Gondo Y, Shimizu K, Matsuki T, Kushiro A, Hoshi R, Watanabe O, Igarashi T, Miyazaki K, Kuwano Y, Rokutan K. Fermented Milk Containing Lactobacillus casei Strain Shirota Preserves the Diversity of the Gut Microbiota and Relieves Abdominal Dysfunction in Healthy Medical Students Exposed to Academic Stress. Appl Environ Microbiol. 2016 May 31;82(12):3649-58. doi: 10.1128/AEM.04134-15.

•    Mai TT, Hop DV, Anh TT, Lam NT. Recovery of Lactobacillus casei strain Shirota (LcS) from the intestine of healthy Vietnamese adults after intake of fermented milk. Asia Pac J Clin Nutr. 2017 Jan;26(1):72-77. doi: 10.6133/apjcn.112015.09. PMID: 28049264.

•    Paniágua AL, Correia AF, Pereira LC, de Alencar BM, Silva FBA, Almeida RM, de Medeiros Nóbrega YK. Inhibitory effects of Lactobacillus casei Shirota against both Candida auris and Candida spp. isolates that cause vulvovaginal candidiasis and are resistant to antifungals. BMC Complement Med Ther. 2021 Sep 23;21(1):237. doi: 10.1186/s12906-021-03405-z.

•    Spanhaak S, Havenaar R, Schaafsma G. The effect of consumption of milk fermented by Lactobacillus casei strain Shirota on the intestinal microflora and immune parameters in humans. Eur J Clin Nutr. 1998 Dec;52(12):899-907. doi: 10.1038/sj.ejcn.1600663.

•    Srinivasan R, Meyer R, Padmanabhan R, Britto J. Clinical safety of Lactobacillus casei shirota as a probiotic in critically ill children. J Pediatr Gastroenterol Nutr. 2006 Feb;42(2):171-3. doi: 10.1097/01.mpg.0000189335.62397.cf.

•    Takada T, Chinda D, Mikami T, Shimizu K, Oana K, Hayamizu S, Miyazawa K, Arai T, Katto M, Nagara Y, Makino H, Kushiro A, Oishi K, Fukuda S. Dynamic analysis of human small intestinal microbiota after an ingestion of fermented milk by small-intestinal fluid perfusion using an endoscopic retrograde bowel insertion technique. Gut Microbes. 2020 Nov 1;11(6):1662-1676. doi: 10.1080/19490976.2020.1766942

•    Wang C, Nagata S, Asahara T, Yuki N, Matsuda K, Tsuji H, Takahashi T, Nomoto K, Yamashiro Y. Intestinal Microbiota Profiles of Healthy Pre-School and School-Age Children and Effects of Probiotic Supplementation. Ann Nutr Metab. 2015;67(4):257-66. doi: 10.1159/000441066.

•    Yan R, Wang K, Wang Q, Jiang H, Lu Y, Chen X, Zhang H, Su X, Du Y, Chen L, Li L, Lv L. Probiotic Lactobacillus casei Shirota prevents acute liver injury by reshaping the gut microbiota to alleviate excessive inflammation and metabolic disorders. Microb Biotechnol. 2022 Jan;15(1):247-261. doi: 10.1111/1751-7915.13750

Potrebbe interessarti

Oppure effettua il login