• Il viroma è alterato nei pazienti con cancro colorettale
• I batteriofagi dominano il viroma del cancro del colon-retto
• Batteriofagi importanti nella comunità virale e batterica

Stato dell’arte
Il cancro del colon-retto è uno dei principali killer in tutto il mondo. Il suo sviluppo e la sua crescita sono stati associati ad alcuni batteri intestinali, ma l’eventuale contributo dei virus dell’intestino allo sviluppo di questo tumore rimane ancora scarsamente studiato.

Cosa aggiunge questa ricerca
Lo studio ha identificato le differenze nelle comunità virali di persone sane e di pazienti con tumore del colon-retto. Ne risulta che il viroma del tumore del colon-retto consiste principalmente di specifici virus dei batteri che erano stati ipotizzati come membri centrali della comunità virus-batteri.

Conclusioni
Lo studio mostra che il cancro del colon-retto è associato a virus specifici dei batteri, che potrebbero contribuire alla progressione del cancro alterando la composizione delle comunità batteriche intestinali.

Le comunità virali dell’intestino dei pazienti affetti da tumore del colon-retto sono significativamente diverse da quelle delle persone sane. Questo è quanto emerge da un nuovo studio condotto da Geoffrey Hannigan dell’Università del Michigan, Ann Arbor, e pubblicato sulla rivista mBio.

Il cancro del colon-retto è una delle principali cause di morte correlata al cancro in tutto il mondo e negli Stati Uniti, dove ha colpito oltre 1,5 milioni di persone nel 2016. Sebbene molti virus umani siano stati collegati all’insorgenza di tumori a causa delle loro capacità mutagene, non è chiaro se i virus intestinali possano contribuire allo sviluppo e alla progressione del cancro del colon-retto.

Per rispondere a questa domanda, i ricercatori hanno deciso di caratterizzare il viroma dell’intestino umano – la comunità di tutti i virus dell’intestino, compresi i virus specifici dell’uomo e quelli specifici dei batteri.

La composizione del viroma è alterata nei pazienti con cancro colorettale

Il team ha sequenziato DNA batterico e virale di campioni di feci raccolti da 30 persone sane, 30 persone con una forma benigna di cancro del colon-retto (precancerosa) e 30 persone con cancro del colon-retto.

Fusobacterium nucleatum è risultata essere la principale specie batterica associata al cancro del colon-retto, il che è coerente con studi precedenti. Ma i ricercatori hanno anche trovato alcune comunità virali associate al cancro del colon-retto, il che suggerisce un ruolo di questi virus nello sviluppo del tumore. I virus identificati sono virus specifici dei batteri (batteriofagi) appartenenti ai taxa Siphoviridae e Myoviridae.

Tuttavia, molti dei virus associati al cancro del colon-retto non presentano una somiglianza genomica con i microbi noti (ricerche precedenti hanno dimostrato che circa il 95% delle sequenze genomiche dei virus non sono state ancora identificate).

I batteriofagi dominano il viroma del cancro del colon-retto

Successivamente, i ricercatori hanno valutato se potevano rilevare cambiamenti nella composizione del viroma tra persone sane, persone allo stadio precanceroso e malati di cancro. Diversi virus sono risultati importanti per gli stadi sano-precanceroso e precanceroso-canceroso, con i batteriofagi a dominare gli stadi del cancro.

Per caratterizzare i tipi di batteriofagi rilevanti per il cancro del colon-retto, il team ha valutato se i virus fossero principalmente litici (virus che distruggono la cellula ospite batterica dopo la replicazione) o temperati (virus che si integrano nel DNA del loro ospite batterico).

La maggior parte dei batteriofagi è risultato essere temperato e la loro proporzione complessiva rimane la stessa durante le fasi associate allo stato di salute, quelle precancerose e quelle tumorali. Ciò è coerente con studi precedenti che dimostrano che il viroma dell’intestino è dominato dai batteriofagi temperati.

Per escludere la possibilità che la firma virale associata al cancro fosse solo un riflesso della firma batterica associata al cancro, i ricercatori hanno valutato se esistesse una correlazione tra le abbondanze relative di specie batteriche e virali associate al cancro del colon-retto.

Nel complesso, il team non ha trovato alcuna correlazione tra le più abbondanti specie virali e batteriche, suggerendo che la firma virale associata al cancro non riflette semplicemente la presenza di batteri associati al cancro del colon-retto.

I batteriofagi potrebbero essere membri importanti della comunità di virus e batteri

I ricercatori ipotizzano che i batteriofagi più abbondanti infettino una vasta gamma di batteri nella comunità del microbiota piuttosto che solo i batteri associati al cancro. Essi ipotizzano che questi batteriofagi siano membri centrali della comunità virus-batteri e agiscano alterando la composizione delle comunità batteriche intestinali.

In sintesi, lo studio approfondisce la nostra comprensione del microbioma del cancro del colon-retto, suggerendo che i virus, in particolare i batteriofagi, giochino un ruolo sottovalutato nello sviluppo e nella crescita del cancro. Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche per caratterizzare i meccanismi esatti che regolano le comunità batteriche e virali associate al cancro del colon-retto.

Traduzione dall’inglese a cura della redazione.