Novo Nordisk e Digbi Health: al via la ricerca di test microbiome based predittivi dell’obesità

Digbi Health è coinvolta nel Programma Global Prevention Accelerator di Novo Nordisk per la prevenzione di obesità e condizioni cardiometaboliche.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Digbi Health, azienda biotech che lavora sul doppio fronte della genetica e del microbioma è stata coinvolta nel Programma Global Prevention Accelerator di Novo Nordisk per sviluppare test predittivi dell’obesità e delle relative condizioni cardiometaboliche.

Digbi Health è stata selezionata sulla base di una serie di criteri, tra cui la capacità di avere una dimensione globale e fornire soluzioni digitali scalabili che possono essere adattate ai diversi contesti geografici.

Nel 2021, il Global Prevention Accelerator di Novo Nordisk ha invitato le startup che sviluppano soluzioni digitali a presentare proposte sulla prevenzione dell’obesità.

«Digbi Health sta sviluppando innovative diete per il trattamento personalizzato dell’obesità e delle malattie cardiometaboliche. Siamo entusiasti di collaborare con Novo Nordisk, azienda farmaceutica leader che si impegna nella prevenzione e nel trattamento dell’obesità. Insieme potremo fornire soluzioni economiche e scalabili in tutto il mondo» ha affermato Ranjan Sinha, CEO di Digbi Health.

Lo studio pilota servirà a capire se sia possibile utilizzare dati multiomici e sullo stile di vita per prevedere il rischio di obesità.

Sebbene sia noto che il rischio di obesità e malattie cardiometaboliche varia in modo significativo in base al sesso, alla genetica e al microbioma intestinale, gli attuali programmi di gestione del peso e di trattamento dell’obesità ignorano in gran parte questi elementi critici. In una serie di recenti pubblicazioni, Digbi Health ha dimostrato l’efficacia nel migliorare i risultati clinici del 500% combinando interventi di precisione per la perdita di peso utilizzando componenti del microbioma intestinale, rischio genetico, coaching sanitario e raccomandazioni su salute e nutrizione fornite digitalmente.

«Digbi Health sfrutta una tecnologia di intelligenza artificiale unica e non vediamo l’ora di vederla testata», ha affermato Katrine Luisa DiBona, Head of Public Affairs and Sustainability di Novo Nordisk.

La fase I dello studio pilota si concluderà alla fine di settembre 2022 con l’obiettivo di passare alla fase successiva su larga scala.

Ricevi gli aggiornamenti sul mercato del microbiota