OptiBiotix lancia un prebiotico a basso dosaggio che stimola la crescita selettiva di ceppi probiotici

René Kamminga, CEO di OptiBiotix: «OptiXOS è diverso da qualsiasi fibra prebiotica oggi disponibile in commercio in Europa».
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email

OptiBiotix Health Plc (“OptiBiotix”), leader di mercato globale nelle soluzioni di modulazione del microbioma, ha annunciato il licensing e il lancio di OptiXOS, il nuovo prebiotico xilo-oligosaccaride (XOS) per i mercati europeo e africano.

Oggetto di diversi studi pubblicati, la fibra prebiotica OptiXOS ha ottenuto l’approvazione dell’EFSA per i nuovi prodotti alimentari nel 2018, è approvata dal GRAS e ha lo status di NDI (New Dietary Ingredients) negli Stati Uniti.

A basse dosi aumenta significativamente i microbi positivi per la salute dell’intestino, come il Bifidobacterium; offre anche una stabilità superiore alle alte temperature e un pH basso. Inoltre, OptiXOS possiede una tolleranza gastrointestinale superiore e produce significativamente meno gas rispetto ad altri prebiotici.

René Kamminga, CEO di OptiBiotix Ltd, sussidiaria di OptiBiotix Health Plc, ha così commentato: «OptiXOS è diverso da qualsiasi fibra prebiotica oggi disponibile in commercio in Europa. I suoi vantaggi, come la capacità di resistere all’ambiente del tratto gastrointestinale, gli garantisce di raggiunge l’intestino per migliorare la crescita di batteri benefici per la salute. La dose unica, senza rivali in commercio, crea la possibilità di fornire integratori prebiotici in capsule o bustine. Inoltre, può anche essere combinato con i probiotici come “scorta” di cibo in situ che viaggia con i batteri vivi attraverso l’intestino, come nei sinbiotici».

Quello dei simbiotici è un segmento in forte crescita del mercato degli integratori, ha un valore globale di 817 milioni di dollari e in crescita dell’8,3% CAGR.

Il lancio di OptiXOS consentirà ai produttori di integratori per la salute di combinare più facilmente ingredienti pre e probiotici in forma di capsule e ottimizzare l’impatto delle formulazioni in termini di prestazioni.

L’uso di OptiXOS in combinazione con probiotici, inclusi Lactobacillus plantarum e Lactobacillus rhamnosus, è coperto da un ampio portafoglio di brevetti di OptiBiotix. La ricerca dell’azienda ha dimostrato che quando OptiXOS è combinato con alcuni ceppi probiotici, c’è un maggiore effetto sull’attività del tasso di crescita accentuando i benefici per la salute derivati ​​dai ceppi. In un lavoro scientifico pubblicato nel 2018, OptiXOS ha dimostrato di aumentare selettivamente le concentrazioni del ceppo Lactobacillus rhamnosus LGG nei modelli intestinali. Questo aumento era statisticamente significativo e non si è verificato in altri gruppi batterici commensali come Bacteroides e Clostridia.

«OptiXOS consentirà la creazione di soluzioni prebiotiche più avanzate nei settori degli integratori alimentari, degli alimenti e delle bevande e della nutrizione sportiva. In Asia e Nord America, è ampiamente utilizzato nei prodotti lattiero-caseari, come yogurt e bevande a base di latte,  integratori, alimenti per animali domestici e mangimi per animali. Siamo lieti della prospettiva di portare una soluzione così unica sul mercato europeo» ha concluso Kamminga.

OptiXOS è disponibile come ingrediente per proprietari di marchi e produttori a contratto in Europa e Africa.


Ricevi gli aggiornamenti sul mercato del microbiota